Vita minima #82: Federico F.

pendolare

Fa il pendolare da anni e ha calibrato l’orologio su quello presente sul sito ufficiale di Trenitalia. Ogni mattina, da lunedì a venerdì, sia all’andata che al ritorno, ogni volta che il treno si ferma a una fermata, controlla l’orologio, facendolo sgusciare da sotto il polsino della camicia con un movimento del braccio simile a una frustata. Controlla l’orologio e, se il treno non è in orario, bestemmia.

Ad alta voce.

L’intensità nel pronunciare la bestemmia è proporzionale al ritardo accumulato dal treno.

Lui non lo sa, ma molti altri pendolari abituati a viaggiare con lui non controllano nemmeno più l’orologio. Aspettano solo di sentirlo smadonnare dal posto che occupa di solito, in fondo al vagone e, se necessario, sbuffano di insofferenza.

 

Annunci