Vita minima #57: Abelardo R.

ImageLavora in comune, all’ufficio Anagrafe.
Ogni tanto prende i registri e legge i nomi dei nuovi nati degli ultimi anni. Sorvola sui nomi più semplici, quelli che sembrano dettati dalla pigrizia e dalla convenzione, quelli che rimangono invariati nel corso dei decenni – Luca, Marco, Giulia, Elena e compagnia.
Si incazza di fronte a quelli imposti dalla televisione e dai vips – tipo Chanel, Nathan, Ilary.
Quindi si ferma a memorizzare quelli più strani, quelli sbagliati, quelli dettati dall’ignoranza più becera. Passa un dito sul registro nella riga corrispondente, quasi ad accertarsi che sia tutto vero, sillaba con un filo di voce quegli spaventosi Maicol, Tomas, Cristofer, Braian, Sciantal, Entoni, Dayana.
Li legge ancora una volta.
Maicol.
Tomas.
Cristofer.
Braian. Diosanto!
Sciantal.
Entoni.
Dayana.
Immagina un futuro di sangue, un futuro in cui questi figli dai nomi sbagliati uccidono a colpi di machete i genitori colpevoli di quello scempio, e poi si sfogano sui civili, mutilando, facendo a pezzi, seviziando gli innocenti, solo per provare a spegnere quella giusta rabbia che gli è cresciuta dentro.

Annunci

The URI to TrackBack this entry is: https://viteminime.wordpress.com/2012/05/17/vita-minima-57-abelardo-r/trackback/

RSS feed for comments on this post.

2 commentiLascia un commento

  1. e succederà davvero, è lì il bello…;-D

    • Abelardo ne sa a pacchi, dicono.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: