Vita minima #4: Paolo S.

Con quella ragazza (Erika? Elena? a distanza di anni non è sicuro del suo nome ) ci aveva fatto l’amore una volta soltanto.  Nonostante si sforzi, il nome non gli torna alla mente. Una cosa, però, la ricorda alla perfezione. Quando, distesi sul letto di casa sua, Elena o Erika o quel che era, gli aveva stretto tra pollice e indice il fianco.
“Guarda qui che belle maniglie dell’amore” aveva detto, ridendo.
Lui non aveva riso. Per niente. Si era sentito avvampare e dopo quella sera lui e Elena (o Erika o quel che era) non s’erano più visti.

Da quel momento in avanti trovare una ragazza gli era diventato più difficile. Come se lei (Elena, Erika, o forse era Enza?)con quella semplice frase, gli avesse scagliato addosso una sorta di incantesimo malvagio.
E quando poi ci riusciva, a trovare una ragazza, e riusciva a portarsela a letto, finiva che lo faceva con la maglietta addosso, per paura che la nuova conquista commentasse in qualche modo il suo corpo. Che confermasse quella terribile frase sulle maniglie dell’amore.

Alla fine s’era deciso: palestra.
Aveva cominciato un regime rigido di allenamenti quasi giornalieri e una dieta adatta al nuovo stile di vita.
Il suo corpo aveva preso a cambiare: i muscoli, poco a poco, spuntavano e si delineavano sulle braccia e sul petto, come se fossero rimasti sepolti per anni in un posto che non conosceva.
Ma non era abbastanza, a quel punto.
“Una soluzione ci sarebbe” gli aveva detto il proprietario della palestra, un tizio che sembrava avere anche la lingua gonfia come i bicipiti.
Era stato lui a passargli gli steroidi.

Dicono che può succedere. L’irsutismo è uno degli effetti collaterali. La schiena gli si è riempita di peli. Una specie di zerbino che parte dalle spalle e arriva, compatto, fino all’osso sacro.

Quando capita, fa ancora l’amore con la maglietta addosso. Lascia che le ragazze gli tocchino i bicipiti, le braccia, il collo.  Quando si aggrappano alle spalle le scaccia. Dice loro che è una cosa che gli dà fastidio.
Non si fa mai abbracciare. Ha paura che possano sentire, sotto la maglietta, quel segreto che tiene nascosto.

Annunci
Published in: on 11 febbraio 2011 at 18:49  Lascia un commento  
Tags: , , , ,

The URI to TrackBack this entry is: https://viteminime.wordpress.com/2011/02/11/vita-minima-4-paolo-s/trackback/

RSS feed for comments on this post.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: